MacDropAny 1.8.2 aggiunge il supporto per Google Drive e Microsoft SkyDrive

5 maggio 2012 ore 10:46 | di | 0 commenti

Dropbox, Google Drive e Microsoft SkyDrive hanno una cosa in comune: è possibile memorizzare i dati sincronizzati in una particolare posizione, una cartella che ha il nome del servizio, che di default si trova nella cartella Documenti della propria Home (la casetta). Eventualmente, si può scegliere un’altra cartella di destinazione, ma tutto quello che si desidera sincronizzare si deve trovare sempre all’interno di questa (solo SugarSync permette di sincronizzare cartelle ovunque si trovino).

Per aggirare questo limite, si può far ricorso ai link simbolici UNIX (che non sono gli alias di Mac OS X), ma non è una procedura alla portata di tutti. Una soluzione semplice è offerta da MacDropAny 3.5.gif, una utility gratuita che è stata appena aggiornata alla versione 1.8.2 per aggiungere il supporto per Google Drive e Microsoft SkyDrive, oltre che per Dropbox. 

Di seguito trovate la recensione pubblicata per la prima vola lo scorso anno con la descrizione su come funziona l’applicazione.

MacDropAny offre due sistemi “Mac-friendly” per creare un link simbolico di una cartella che si desidera sincronizzare con Dropbox. Il primo è quello di lanciare l’utility e quindi utilizzare la finestra di dialogo per navigare attraverso il Finder, e scegliere la cartella che si desidera sincronizzare, quindi, da una seconda finestra di dialogo selezionare la cartella Dropbox dove si desidera che il collegamento simbolico venga salvato. MacDropAny chiede anche di inserire un nome per il link simbolico – il link può avere un nome diverso da quello della cartella che si sta sincronizzando – e poi dà la possibilità di vedere il collegamento appena creato nel Finder.

Mac Drop Any

Il secondo metodo è ancora più facile: basta prendere la cartella che si desidera sincronizzare e trascinarla sull’icona dell’applicazione MacDropAny. A questo punto è sufficiente scegliere la destinazione per il collegamento simbolico e, se lo si desidera, indicare un nome.

Una volta effettuata questa procedura, la cartella in questione viene automaticamente sincronizzata con il server di Dropbox e con i vostri altri computer e dispositivi configurati con lo stesso account Dropbox. Sugli altri computer, viene visualizzata la cartella attuale e i suoi contenuti, non un link simbolico, consentendo di accedere e modificare i dati all’interno della cartella, le modifiche vengono poi immediatamente sincronizzate con il Mac originale.

Ci sono alcune avvertenze da tenere a mente quando si utilizzano i collegamenti simbolici con Dropbox. In primo luogo, se state pensando di collegare la cartella Applicazioni per sincronizzare i software tra i vari Mac, non è possibile farlo. Oltre a problemi specifici che potrebbero sorgere con Mac OS X, c’è anche un problema noto con Dropbox durante la sincronizzazione di centinaia di migliaia di file (ogni applicazione per Mac è in realtà un insieme di molti, anche migliaia file, di conseguenza, nel  tentativo di sincronizzare la cartella Applicazioni facilmente si incorrerebbe in questo problema). Per lo stesso motivo, non è possibile utilizzare MacDropAny per sincronizzare la libreria iPhoto. In secondo luogo, non si può creare un link simbolico di un file, ma solo delle cartelle. Creando un link simbolico a un file, questo viene sostituito dal file stesso durante la sincronizzazione. Infine, e forse più importante, se si decide in seguito di non sincronizzare più una cartella, bisogna assicurarsi di eliminare il collegamento simbolico solo dal computer sul quale è stato creato. Se si elimina la cartella da un altro computer, con la successiva sincronizzazione, Dropbox cancellerà i dati collegati sul computer originale, anche se i dati originali non si trovavo all’interno della cartella Dropbox.

Approfondimenti: , , , ,

Argomento: Indispensabili Mac OS X

Aggiungi un commento