Olympus PEN E-P5: fotocamera micro quattro terzi dal fascino retrò

10 maggio 2013 ore 17:45 | di | 4 commenti

Olympus PEN E P5

Per festeggiare il cinquantesimo anniversario della leggendaria PEN F, commercializzate per la prima volta nel 1963 in Giappone, Olympus ha presentato la sua nuova fotocamera ammiraglia quattro terzi PEN E-P5.

Il design della PEN E-P5 è chiaramente un omaggio al modello “storico” da cui prende in prestito il profilo del frontale. Naturalmente, “sotto il cofano” c’è tutto il meglio della tecnologia moderna: sensore Live MOS da 16 megapixel (lo stesso in dotazione della OM-D); sistema di stabilizzazione a 5 assi fino a 5 stop; autofocus Fast AF a rilevazione di contrasto con Super Spot AF e Touch Shutter AF; processore di immagine TruePic VI, che consente di impostare manualmente un ISO  fino a 25.600 e sul retro c’è un e display LCD touch da 3” a 1.037.000 punti.

Non manca il tanto di moda modulo Wi-Fi per il controllo da remoto della fotocamera tramite iPhone o smartphone Android (bisogna scaricare l’app gratuita Olympus Image Share), per la condivisione e il geotag delle foto.

PEN E P5 EW M1718 black black Product 132 v2 900x500

Ma il vero punto di forza della neonata PEN E-P5 è rappresentata da un otturatore meccanico da 1/8000 di secondo – che ha poco o nulla da invidiare a quello delle reflex professionali – ed è in grado di scattare a raffica a 9 fps. La fotocamera supporta il formato RAW e registra video in MOV e AVI fino a 1.920 x 1.080 a 30fps e con un bitrate di 20 mbps.

Olympus ha fatto sapere che la nuova mirrorless sarà disponibile alla fine giugno “solo corpo” oppure in kit con uno 17mm 1:1,8 e/o il 14-42mm, i prezzi partono da $1.000. Tra gli accessori che saranno disponibili, spicca una impugnatura ergonomica in legno.

Approfondimenti: , , ,

Argomento: Fotografia

Commenti (4)

RSS commenti

  1. FabPhoto scrive:

    La chiameranno anche PEN, ma a giudicare dalle caratteristiche e dal prezzo, questa è una nuova OM-D. A questo punto tanto valeva integrare EVF e flash popup invece di andare in giro col mirino esterno che occupa la slitta di un eventuale flash aggiuntivo. Continuo a non capire questi prodotti che si atteggiano alle vecchie reflex 35mm compatte.
    Come caratteristiche é molto simile alla Sony NEX-6, ma in Euro costerà molto di in più.

  2. B&W scrive:

    Avesse avuto il mirino elettronico sarebbe stata perfetta, comunque costerà sui 1000 euro. Gran bella fotocamera, però.

  3. Emperor Zurg scrive:

    Però una fotocamera che si chiama PEN E non si può sentire… :)

Aggiungi un commento