Recensione: CleanMyMac 2

8 maggio 2013 ore 00:11 | di | 7 commenti

ClanMyMac

Quando ho acquistato il mio primo Mac nel 1997, ho subito imparato che lo spazio dell’hard disk non è mai abbastanza, e così come molti ogni anno e per molto tempo mi sono dedicato alle “pulizie di primavera” per mettere ordine al disco rigido e guadagnare preziosi megabyte di spazio libero. Poi, le dimensioni degli hard disk è cresciuta a tal punto che le preoccupazioni di esaurire lo spazio sull’hard disk sono diventate un pallido ricordo del passato. Tuttavia, da qualche anno, complice la popolarità dei file multimediali e dell’avvento delle unità a stato solido (SSD), il problema delle pulizie di primavera si è ripresentato. CleanMyMac 2 (€40) è una utility che offre la scansione e l’eliminazione dei file e delle applicazioni inutilizzate sul proprio Mac.

Simile a Disk Doctor (€1,79) 3 5, CleanMyMac 2 effettua una scansione dei documenti più “in profondità”, individuando elementi come i file non utilizzati delle lingue, file di sviluppo, e “copie di servizio” delle immagini di iPhoto. CleanMyMac 2 dispone di sette diversi tipi di scansione (Pulizia automatica, Pulizia del sistema, Grandi e vecchi file, Pulizia di iPhoto, Pulizia del Cestino, Gestione Estensioni e Eliminazione), e ogni tipo di scansione è personalizzabile, in modo da poter scegliere quali file rimuovere.

CleanMyMac 2 scansione

CleanMyMac 2 elimina generalmente file che non si ricorda neppure di avere, e se si desidera procedere con cautela, per esempio, si preferisce lasciare i file delle varie lingue di OS X solo per essere sicuri che le installazioni di software riescano, basta andare nelle preferenze di CleanMyMac, e scegliere quali elementi specifici includere nella scansione.

CleanMyMac 2 prefernze

L’interfaccia di CleanMyMac 2 è costituita da una serie di pulsanti giganti e animazioni che spiegano come l’applicazione funziona. L’unico appunto che si può muovere è l’ingombro, la finestra principale infatti occupa gran parte dello spazio, almeno sul mio MacBook Pro 13″. Un uninstaller è utile per la rimozione delle applicazioni che includono file di supporto sparsi in tutto il sistema operativo, e nelle sezione Pianificatore delle preferenze è possibile programmare con quale cadenza il programma deve ricordare di eseguire la manutenzione.

Dopo la scansione, CleanMyMac 2 ha trovato 8,94GB di file eliminabili, di cui quasi 8GB erano di sistema. Ma “giocando” con le preferenze dell’applicazione è possibile individuare un maggior numero di file da cestinare. Sfortunatamente, non è possibile effettuare le varie scansioni su volumi esterni, ma dal Mac App Store è possibile scaricare gratuitamente CleanMyDrive 3 5 dello stesso sviluppatore).

CleanMyMac 2 sistema

CleanMyMac 2 può tornare utile in una situazione abbastanza ricorrente: l’upgrade più diffuso sui Mac e sostituire l’hard disk con una unità a stato solido (SSD), che garantiscono prestazioni più elevante, ma offrono una minore capacità di archiviazione. Così, al momento di trasferire i dati dal vecchio disco all’SSD, è una buona idea individuare i file inutili per guadagnare un po’ di spazio libero. CleanMyMac 2 semplifica questa noiosa operazione.

Considerazioni finali

CleanMyMac 2 fa bene il lavoro per cui è stato progettato, rimuovere i file inutili dal Mac e liberare spazio sul disco. Offre una serie di opzioni per scegliere quali tipi di file individuare e rimuovere.

Punteggio (da 1 a 5): 4 0
Pro: individua e rimuove i file superflui; numerose opzioni di configurazione; facile da usare.
Contro: non è possibile effettuare la scansione di dischi estremi; interfaccia utente ingombrante.
Compatibilità: OS X 10.7 Lion o versioni successive.
Prezzo: €40 per una licenza singola.
Produttore: Macpaw.

Approfondimenti: , , ,

Argomento: Mac

Commenti (7)

RSS commenti

  1. Thor scrive:

    Ma non si è sempre detto che con il Mac non c’e’ bisogno di queste utlity perchè a differenza di Windows, per disinstallazioni di applicazioni e altro rimangono meno file sparsi nel sistema?

    • Stefano Donadio scrive:

      Per la disinstallazione delle applicazioni, è vero. Però, CleanMyMac, tra le varie cose, crea un elenco di file e applicazioni in base all’utilizzo. Ad esempio: con la scansione “Grandi e vecchi file” ho scoperto che avevo una vecchia versione di Call of Duty a cui non giocavo da tre anni e che occupava 4GB di spazio.

  2. PowerUser scrive:

    CleanMyMac è nel complesso un ottimo software. Uno dei punti di forza è la possibilità di programmare le “pulizie di primavera”. La mia cache di Safari cresce fino ad occupare un enorme spazio ogni settimana, in più installo e disinstallo molti software, così praticamente ho impostato l’avvio della scansione ogni domenica. Consigliatissimo.

  3. Giordano scrive:

    Mi chiedo: 40€ non sono un po’ troppi per la funzione che svolge, considerando anche che non funziona sui dischi esterni? Vale 20 volte di più di Disk Doctor (solo per citare quello che hai segnalto all’inizio del Post).
    Giordano

    • Giordano scrive:

      La frase era interrogativa: “Vale 20 volte di più di Disk Doctor (solo per citare quello che hai segnalto all’inizio del Post) ?

    • Stefano Donadio scrive:

      Dipende dall’utilizzo che fai del Mac. Ad esempio, io ho una libreria di iPhoto “gigantesca”, e ogni volta che modifico una foto, una copia della modifica viene conservata (foto di servizio di iPhoto). Con CleanMyMac ho liberato quasi 2GB di spazio con l’opzione “Pulizia di iPhoto” che Disk Doctor non ha, lo stesso vale per i file immagine di applicazioni scaricate, provate e poi dimenticate (Grandi e vecchi file), per non parlare degli 8GB di “spazzatura” di sistema recuperati.

      In realtà, le stesse “pulizie di primavera” di CleanMyMac si possono fare anche manualmente, ma è una operazione lunga e noiosa.

      Per i dischi esterni, come indicato nell’articolo, c’è CleanMyDrive (freeware) dello stesso sviluppatore.

  4. outsider scrive:

    Molto utile, anche se non ho voluto aggiornare alla nuova versione… ;-)

Aggiungi un commento