Recensione: Data Rescue 3, il software che tutti dovrebbero conoscere

8 marzo 2013 ore 17:47 | di | 9 commenti

Data Rescue Deep icon

Data Rescue 3 di Prosoft Engineering è una applicazione destinata a chi vuole fare di più che riparare un hard disk. Si potrebbe avere un grande bisogno di recuperare un file eliminato, accedere ai documenti su un disco danneggiato per ripristinarli, o esaminare i file per vedere se possono essere salvati. Il programma funziona con memorie Flash USB, hard disk esterni, e anche schede di memoria di fotocamere digitali.

Anche se Prosoft propone Data Rescue come ultima risorsa per il salvataggio di dati, in realtà non è l’ultima spiaggia. In una situazione di emergenza, si potrebbe chiedere aiuto ad una società specializzata in recupero dati, ma questo genere di servizi può costare migliaia di Euro e richiedere mesi d’attesa, e in questo Data Rescue 3 rappresenta un affare, se riesce a recuperare i documenti.

Data Rescue 3 non è esattamente un strumento da pausa pranzo. La maggior parte delle operazioni possono richiedere 30 minuti o più. Un clone (che crea una copia del disco su un secondo disco esterno come back-up) può richiedere tre o quattro ore, e una scansione in profondità può prendere tutta la notte, a seconda della gravità del problema e della dimensione dei file danneggiati.

Data Rescue Deep scan

Detto questo, è possibile eseguire una diagnostica veloce su un disco per determinare se ci sono file corrotti. Questa attività di manutenzione richiede solo pochi minuti. In diversi test, Data Rescue 3 ha rivelato problemi sul disco d’avvio per il mio MacBook Pro del 2010 con installato Mountain Lion AF2F3DE2-7E0D-4523-BBC6-8F9DB9A27581.png. Erano tutti problemi minori, facili da risolvere con gli strumenti  per ripristinare i file danneggiati in dotazione con l’applicazione.

Come test più difficile, ho deciso di provare un vecchio hard disk USB da 80GB che sapevo avere avuto seri problemi di corruzione dei file. Questa unità è stata utilizzata per il backup del vecchio server di Spider-Mac, poi come player multimediale collegato ad una TV e infine, per un breve periodo, l’ho utilizzata come drive avviabile (bootable) con installato Lion e Mountain Lion.

Lavora lentamente, ma bene

Drive Rescue 3 ha una caratteristica fastidiosa: bisogno avere di un drive per eseguire i test. Si può utilizzare una pen drive oppure anche un iPod, che il programma utilizzerà per salvare i file ripristinati.

Drive Rescue utilizza un’interfaccia utente che si contraddistingue per le belle animazioni che appaiono durante la scansione del drive (non hanno alcuna utilità pratica, sono solo d’intrattenimento). In ogni caso, rispetto a quella di Data Rescue II 3 5, la nuova interfaccia è più facile da usare e con lo stile minimalista così come ci si aspetta su un Mac.

Data Rescue Mac

Nonostante il tempo necessario, il programma ha funzionato molto bene. Con mia grande sorpresa, ha trovato perfino alcuni documenti relativi ad articoli pubblicati nel 2009. Certo, il processo è durato circa quattro ore, ma il risultato finale è stato più che soddisfacente. Un’unica nota: in alcuni casi, come ad esempio un file di Word complesso, è stato possibile recuperare il testo vero e proprio, non il documento originale.

Più possibilità di recuperare dati

Data Rescue 3 rappresenta un miglioramento rispetto alla precedente versione in un aspetto importante: ora supporta centinaia e centinaia di tipi di file (elenco), il che aumenta le possibilità di recupero.

La funzione chiamata FileIQ “impara” a riconoscere nuovi file, come i file RAW “stravaganti” delle fotocamere digitali, e nel mio test ha fatto un buon lavoro con una macchina fotografica professionale, anche se non direttamente supportata dall’applicazione.

Data Rescue 3 permette inoltre di masterizzare un DVD del disco immagine, che si può utilizzare per avviare il Mac. Si tratta di un valido aiuto quando avete solo bisogno di un backup del drive di avvio e non desiderate portarvi dietro un disco fisso esterno.

Prosoft rivendica migliori prestazioni per Data Rescue 3, rispetto alla precedente versione. Io gli credo, ma è bene che sappiate che la velocità in realtà dipenderà molto da quello che dovete fare. Nei miei test, le scansioni hanno richiesto più di un paio d’ore. Vale la pena acquistare Data Rescue 3 se si ha realmente bisogno di recuperare file importanti. Tuttavia, sono sicuro che anche Prosoft sarebbe d’accordo che il software non è un sostituto di un buon programma di backup come Time Machine di Apple.

Considerazioni finali

Data Rescue 3 è un programma che ogni utente Mac dovrebbe almeno conoscere, perchè potrebbe capitare di dover ripristinare dei file importanti da un disco rigido danneggiato o perché inavvertitamente cancellati. Ci vuole un po’ di tempo, ma funziona come dichiarato ed è sicuramente meno caro rispetto a rivolgersi ad un servizio specializzato di recupero dati.

Punteggio (da 1 a 5): 4 0
Pro: ottimo strumento di recupero di file da unità danneggiate o eliminati accidentalmente.
Contro: le scansioni approfondite richiedono tempi d’attesa lunghi.
Compatibilità: Mac OS X 10.4.11 o versioni successive, incluso Mounatin Lion.
Prezzo: $99 (è possibile scaricare gratuitamente una versione di prova che permette di recuperare 1 file di massimo 10MB)
Produttore: Prosoft Engineering.

Approfondimenti: , , , ,

Argomento: Mac Professionale

Commenti (9)

RSS commenti

  1. Macintosh XL scrive:

    Ho letto con interesse la precedente recensione di DiskWarrior, che oltre per riparare un hard dsik può essere utilizzato per recuperare i file da un drive non funzionate. Alla luce di quest’altra recensione su Data Rescue , mi chiedevo quale dei due programmi fosse migliore per tentare di ripristinare i documenti?

    • Stefano Donadio scrive:

      Diciamo che se DiskWarrior non riesce a recuperare i dati, e prima di ricorrere ad una azienda specializzata nel ripristino dei file, è una buona idea provare ad utilizzare Data Rescue 3.

  2. dave scrive:

    Io acquistai Data Rescue qualche anno fa, per recuperare alcuni file da un paio di HD prematuramente deceduti.
    Mai recuparato niente… Per me non vale una cippa. Con rispetto parlando, eh.

  3. Alex scrive:

    Data Rescue è stato il primo programma installato dopo avere acquistato il mio IMac, nel passaggio da Windows a Mac ho perso accidentalmente 10 giga di foto, metà della mia vita. Dopo avere pianto per un giorno intero, come ultima spiaggia, ho provato questo programma, in 24 ore mi ha recuperato tutte le foto perse.
    Ho poi fatto una prova con le memorie delle varie macchine fotografiche e con molto stupore mi ha recuperato foto e video di anni precedenti anche dopo diverse formattazioni.
    CONSIGLIATISSINO !!!!
    DA 0 A 10 VOTO 11

  4. IPod original scrive:

    Anch’io sono riuscito a recuperare i dati da un hard disk che si era rotto grazie a Data Rescue. Tra l’altro, la demo permette di effettuare una scansione che mostra l’elenco dei file recuperati, in questo modo si va a colpo sicuro: se i documenti sono nell’elenco, allora si procede con l’acquisto ;-)

    • Davide scrive:

      Forse sei la mia salvezza!
      cosa intendi per “hard disk rotto”??
      il computer lo vede ma nn legge i dati
      o non lo vede proprio ma lo senti girare?

      • Stefano Donadio scrive:

        Entrambi i casi. Fai come suggerito da “iPod original”, scarica la versione gratuita dimostrativa e prova a fare una scansione. Se riesce a vedere l’hard disk, alla fine mostrerà l’elenco dei file recuperabili ;-)

      • iPod original scrive:

        Nel mio caso, l’hard disk non veniva proprio montato sul desktop dopo aver emesso dei sinistri rumori meccanici. Spero di esserti stato d’aiuto.

        Ovviamente, come evidenziato da Stefano, scarica la demo prima di procedere nell’acquisto ;-)

Aggiungi un commento