Recensione: MacBook Pro 15″ (metà 2012) e confronto con MacBook Pro 15″ Retina

19 giugno 2012 ore 18:17 | di | 44 commenti

MacBook Pro 15 Ivy Bridge non Retina

Il MacBook Pro 15″ è il più apprezzato portatile professionale attualmente sul mercato, lo dimostrano anche gli innumerevoli tentativi di clonazione del suo iconico design unibody in alluminio, della comodissima tastiera in plastica nera e dell’ampio trackpad in vetro da parte dei vari costruttori di computer.

Apple non solo ha redefinito il concetto di computer portatile professionale rilasciando il MacBook Pro 15″ display Retina 5.gif, ma ha anche aggiornato il modello con monitor non-Retina.

Design e configurazioni (in rosso le differenze con il MacBook 15″ Retina)

Esteticamente, il nuovo MacBook Pro 15″ non-Retina è identico al modello unibody in alluminio “Thunderbolt” presentato alla fine 2011: 2,4 cm di altezza (1,8 cm), 36,4 cm di lunghezza (35,89 cm), 24,9 cm di profondità (24,71 cm) per un peso di 2,56 kg (2,02 kg). La tastiera ha gli stessi tasti neri visti sui modelli precedenti e in dotazione con il nuovo “Retina”, con una retroilluminazione bianca che fornisce una visibilità anche in condizioni di scarsa luminosità. Anche l’ampio trackpad multitouch in vetro è identico al MacBook Pro che sostituisce e al Retina. 

Due le configurazioni tra cui scegliere: l’entry level è disponibile con un processore Core i7 quad-core a 2.3GHz, 4GB di memoria (8GB), scheda grafica Intel Graphics HD 4000 e Nvidia GeForce GT 650M, disco rigido da 500GB (SDD 256GB) e costa €1.899 (€ 2.299), mentre il top di gamma ha in dotazione il processore Intel Core i7 quad-core 2.6GHz con 8GB di memoria, Intel Graphics HD 4000 e Nvidia GeForce GT 650M, disco rigido da 750GB (SSD 500GB) e costa € 2.299 (€ 2.929).

In fase d’ordine si può optare per processori più veloci quad-core fino a 2.7GHz, hard disk fino a 1 TB, fino a 8GB di memoria e SSD fino a 512GB.

Completano la dotazione di serie due porte USB 3.0 (retrocompatibili con USB 2.0/1.1/1.0), FireWire 800, Ethernet Gigabit, slot SDXC, ingresso e uscita audio, Wi-Fi 802.11n compatibile con a/b/g e Bluetooth 4.0. 

Il MacBook 15″ Retina non ha: SuperDrive, Ethernet e FireWire 800 (occorre comprare i rispettivi adattatori), la spia di stato sul bordo destro e il sensore a infrarossi.

Prestazioni

Il MacBook Pro 15″ non-Retina ha impiegato poco più di un minuto da quando è stato premuto il pulsante d’accensione per visualizzare completamente il Finder, contro i pochi secondi del MacBook 15″ Retina con SSD. 

In tutti i test di accesso ai file (compressione ZIP, duplicazione cartella, importazione foto iPhoto, importazione ed esportazione iMovie), l’SSD del Retina ha fatto la differenza. Curiosamente, il MacBook Pro non-Retina si è dimostrato leggermente più lento rispetto al modello che sostituisce.

Per quanto riguarda invece i test per verificare la velocità di calcolo del processore (Handbrake e Photoshop), il Retina e il non-Retina hanno fatto registrare praticamente gli stessi tempi. Il nuovo MacBook Pro 15″ non-Retina è mediamente del 16% più veloce del MacBook Pro 15″ rilasciato alla fine del 2011.

 MacBook Pro 15 Ivy Bridge non Retina

Giochi e durata batteria

Con il gioco Portal 2, il MacBook Pro non-Retina ha permesso di impostare un frame rate 201,8 contro i 176,6 del MacBook Pro 15″ Retina. Pur avendo la stessa scheda grafica, la differenza si spiega con il fatto che il display Retina ha più pixel da gestire, che influenzano il frame rate dei videogame. La scheda grafica del MacBook Pro precedente è stato possibile impostare un frame rate 174,3.

Per quanto riguarda la durata della batteria, Apple dichiara 7 ore di navigazione Web in Wi-Fi. Impostata la luminosità del display al 50%, la tastiera retroilluminata attiva e collegato il portatile alla rete Wi-Fi, la batteria si è esaurita dopo 6 ore e 53 minuti.

Considerazioni finali

Se avete comprato il MacBook Pro 15″ nel 2011, non avete molti motivi per disperarvi dal momento che il nuovo processore Ivy Bridge aggiunge un leggero speed bump al nuovo modello. Se invece il vostro MacBook Pro ha un processore Core 2 Duo (qualsiasi modello), allora è venuto il momento di aggiornare.

Al momento, non esiste sul mercato un portatile paragonabile al MacBook Pro con display Retina, neppur il MacBook Pro oggetto di questa recensione è in grado di tenergli testa.

MacBook Pro 15″ Core i7 2.3GHz non-Retina 
Punteggio: 4.gif
Pro:USB 3.0; comparto grafico migliorato; forma, peso, tastiera sono rimasti gli stessi.
Contro: prestazioni simili a quelle del modello precedente.
Prezzo: €1.899 (Intel Core i7 2,3GHz); €2.299 (Intel Core i7 2,6GHz) disponibili su Apple Store, spese di spedizione incluse.
Produttore: Apple.

Approfondimenti: , ,

Argomento: Mac, Recensione Mac

Commenti (44)

RSS commenti

  1. Gigi scrive:

    Ma il processore Ivy Bridge, in pratica, che migliorie apporta? Quasi nessuna rispetto al precednete chip Sandy Bridge?

    • Stefano Donadio scrive:

      L’architettura Ivy Bridge è la prima a supportare nativamente la tecnologia USB 3.0, che ha così permesso ad Apple di aggiungere le porte USB 3.0 disponibili da tempo sui PC-Windows. Questa è la differenza “rilevante”.

    • Carlo scrive:

      Detta molto semplicemente, oltre al controller USB 3.0, introduce anche una scheda grafica integrata molto più performante, un nuovo sistema di stampaggio dei transistor tridimensionale e sulla carta dovrebbe essere più veloce a parità di clock e parsimonioso a parità di prestazioni

  2. Jena Plissken scrive:

    L’aggiunta delle due porte USB 3.0 non è cosa da poco, visti anche i prezzi degli hard disk Thunderbolt.

  3. Andrea scrive:

    Una domanda forse banale: a parità di processore, se aggiungo l’SSD 128GB al MacBook Pro non-Retina, ottengo le stesse prestazione del MacBook Pro Retina?

    • elsadragon scrive:

      Anche io ho subito pensato a questa soluzione… ma la differenza così (tra macbook non retina con 128 ssd e retina) sarebbe solo di 200 €.
      Quindi non so se convenga più di tanto come soluzione!

      • Monster scrive:

        Ma la cosa assurda è che se aggiungi l’SSD da 256GB, come quello del Retina, il MacBook Pro non-Retina viene a costare €2.400, cioè €100 in più del Retina :P

        • Jolly scrive:

          Alla luce di queste considerazioni, il prezzo del Retina che credevo “assurdo” è diventato quasi conveniente.

          • Stefano scrive:

            In effetti se gran parte della differenza nelle prestazioni è davvero da ricercare nell’SSD, l’unico valido motivo per “criticare” il retina è la mancanza di SuperDrive e delle varie connessioni…

  4. Stefano scrive:

    (Stefano, attento ai prezzi: se non mi sbaglio di grosso, hai messo quelli del 13″)

  5. GC9 scrive:

    Bel sito, mi mancava! Ho letto con interesse le recensioni del MBA13 e di questo MBP15 in quanto ho un MBP15 late 2007 core 2 duo ed aspettavo con impazienza l’USB 3.0, gli SSD di serie ed il retina oltre che un case rivisto…ebbene son stato piu o meno accontentato se nn fosse che il prezzo è realmente alto…magari come han scritto altri se si va a fondo rispetto alla gamma MBP i retina nn costano neanche troppo, ma 2000€ e passa son pur sempre tantissimi di questi tempi anche per un prodotto d’elite e senza dimenticare che RAM ed SSD nn potranno più essere migliorati e che nn essendoci neanche il superdrive nn si può nemmeno optare eventualmente per l’optibay…
    Così stavo valutando a scendere il MBP15 2.3 hi-ress matte a 1800€, il MBP13 2.9 a 1422€ o l’Air 13 con i7 ed 8GB di RAM per 1661€… Va detto che sono studente (prezzi scontati) prox alla laurea di ing.meccanica e mi occupo principalmente di automotive e con i programmi che uso, se pur taluni a fatica, il mio MBP attuale fa ancora il suo anche con Win7 su bootcamp perciò avevo accarezzato l’idea che anche il MBA13 nonostante la sua Intel 4000 integrata potesse comportarsi bene per almeno un paio d’anni permettendomi di assecondare la mia passione per il bello col suo design incredibile (eppoi peso ridotto, schermo 13″ HD, …)! Poi ci son le altre due scelte…diciamo che se la Intel 4000 è valida allora potrei optare per il più economico del terzetto, il MBP13 che avrebbe 8GB ed un buon processore (seppur dual core) con un HD bello capiente (750GB) che potrei tranquillamente rimpiazzare con un SSD anche in futuro (unico neo lo schermo ad una risoluzione preistorica) ed il MBP15 che mi permetterebbe di avere una gran macchina con uno schermo migliore del mio (che è pur sempre 1440x…), tutte le connessioni e superdrive al loro posto e quando vorrò potrò tranquillamente valutare se aumentare la RAM e metter l’SSD. Purtroppo rimarrei sui 15 anche se una maggior compattezza l’avrei gradita…
    Riepilogando: esteticamente prenderei l’AIR che per ‘soli’ 1661€ mi permetterebbe pur sempre uno speed bump rispetto ad ora (MBP15 core 2 duo 2.2, 4GB RAM 667, scheda video GeForce con 256MB dedicati), poi razionalmente ed in ottica futura prenderei il MBP15 che potrei potenziare quando e se vorrò con 8GB di RAM e SSD, mentre il portafoglio dice di nn far caso allo schermo e puntare sul MBP13 e con i soldi di differenza al piu mettere un samsung 830 ed in quel caso se la Intel 4000 è valida avrei botte piena (computer relativamente potente) e la moglie ubriaca (dimensioni e peso inferiori al 15″)…
    Ringrazio tutti quelli che stan ancora leggendo e chiedo loro un parere…

    • Isabel scrive:

      Io ho optato per la botte piena e la moglie ubriaca e incrocio le dita.

      Comunque saremo in pochi a far questa decisione…

  6. Marco scrive:

    Stefano, una domanda forse banale ma utile per capire la direzione di Apple. Perché è stato eliminato il SuperDrive, tutto sommato utile? Quale intenzione politica c’è dietro a questa scelta? Grazie.

    • Stefano Donadio scrive:

      Il SuperDrive è stato eliminato solo sul MacBook Pro Retina, mentre su quello non-Retina c’è ancora.

      I motivi della scelta di Apple di non equipaggiare il nuovo MacBook Pro Retina con il Superdrive sono due:

      1) con il SuperDrive non sarebbe stato possibile portare lo spessore da 2,4 cm a 1,8 cm

      2) l’utenza professionale sempre di meno ricorre ai supporti come DVD e CD.

  7. enzo scrive:

    Se invece il vostro MacBook Pro ha un processore Core 2 Duo (qualsiasi modello), allora è venuto il momento di aggiornare…

    @Stefano hai voglia di farmi un regalo? :)

  8. Peppe scrive:

    Ma…….. il mitico led che “respirava” quando il mac dormiva…… l’hanno tolto…… maledetti…… -.-

  9. Andrea scrive:

    Stavo aspettando l’uscita dei nuovi portatili x rimpiazzare il mio MBP 2006, ma dopo aver letto i commenti di iFixit sulle aasurde scelte di APPLE penso che opterò per il NON retina con HD SSD da 512, chi ha voglia di avere un portatile da 3000€ usa e getta? Io no, Ram saldata (assurdo), disco con connettori e formato propietari, batterie incollate allo chassis (solo 199€ x l’eventuale sostituzione ) e dulcis in fundo…il bel monitor retina NON è riparabile,è un blocco unico con il retro in alluminio…la iSight non funziona…si cambia tutto, sono utente APPLE da 20 anni e non ho nessuna intenzione di incoraggiare questo nuovo trend informatico del “tutto sigillato”.
    Ps: Con il retina “attivo” lo spazio di lavoro è comunque di 1440 x 900 …

  10. Giuseppe scrive:

    ragazzi io non ho capito una cosa e saro grato a chi vorra chiarirmi questo dubbio:

    il macbook pro con retina display 15″
    con 16 (dico)16gb di ram
    512gb SSD disk
    Intel Core i7 quad-core a 2,6GHz, Turbo Boost fino a 3,6GHz
    costa 3129eur iva inclusa

    il macbook pro SEMPLICE display 15″ (schermo hd non retina)
    con 8GB di ram <—————————NOTARE
    512gb SSD disk (STESSO DISCO)
    Intel Core i7 quad-core a 2,6GHz, Turbo Boost fino a 3,6GHz (STESSA CPU)
    costa 3298eur iva inclusa

    ci prendono per il culo o io ho tralasciato qualcosa?
    grazie

    no perche se e cosi perche diavolo uno dovrebbe prendere il secondo e lasciare il retina?
    bah

    • Domenico scrive:

      Ciao, beh il fatto è che è una semplice strategia di mercato per indurti a comprare il nuovo e scintillante retina, ma il bello del macbook pro tradizionale è che volendo in futuro potrai aggiornarlo con 16 gb di ram (come già potevano i macbook pro late 2011 quelli con ram a 1333 mhz), il mio consiglio è evita il retina finchè non lo aggiornano perlomeno.. c’è un’altro mio commento sulla pagina è lì spiego perchè è meglio il non retina..

  11. Giacomo scrive:

    Se trovate un macbook pro md318, fine serie del 2011 a 1490,00 allora sara’ al momento la migliore cosa da acquistare con il miglior rapporto qualita’/prezzo, schermo 15p, scheda grafica 512mb, hd 500′ provessore 2,2 con i7 quad core.

  12. Domenico scrive:

    Mi dispiace ma io vedo l’unica opzione possibile, quella di un macbook pro “standard” quello con il processore da 2,6 ghz con schermo al alta risoluzione(1680×1050) e ssd 200 euro in più ma meno problemi non è il momento adatto per comprare il retina, il comparto grafico non regge la risoluzione è continuamente sotto sforzo il che crea dei lag assurdi, testati di persona nelle cose più semplici come navigare o zoomare nelle finestre! quindi è impensabile che io fonda la mia gpu perchè ci devo fare grafica, ancora il retina non è un buon acquisto bisognerà aspettare la prossima versione sperando che monti di serie una nuova gpu più potente (speriamo sempre nvidia :-D), E scusatemi ma per me il fatto del non poter cambiare la batteria autonomamente è una gigantesca ca**ata. il computer è stupendo, se la prossima gpu smetterà di essere sottosforzo per quasi tutto il tempo e i lag non ci saranno più lo comprerò altrimenti non mi frega nulla del retina preferisco il normale.

  13. Lele scrive:

    Tutte queste chiacchiere di portatile super si esauriscono sul campo reale. Il mio Sony 3D con processore I7 2.6 ghz e 8 gb di Ram e Windows7 pagato 1899 euro è decisamente più veloce e performante e stabile del mio MacBook Pro 15″ non retina con I7 2.6 ghz 8 gb di Ram con Lion OS pagato 2800 euro comprato soltanto per far colpo sui miei clienti proprio per colpa di recensioni di parte come questa.
    Smettetela di dire cavolate.

  14. Simone scrive:

    Ciao,
    sono indeciso tra questi 3 macbook, lo prenderei in America percio’ i prezzi che vedete riportati di seguito sono al cambio USD-EUR:

    13″ AIR: 2.0GHz Intel Dual-Core Core i7, Turbo Boost up to 3.2GHz
    8GB 1600MHz DDR3L SDRAM
    256GB Flash Storage
    prezzo: 1230 Eur

    13″ PRO: 2.9GHz Dual-core Intel Core i7, Turbo Boost up to 3.6GHz
    8GB 1600MHz DDR3 SDRAM
    750GB Serial ATA Drive @ 5400 rpm
    prezzo: 1150 Eur

    15″ PRO: 2.3GHz Quad-core Intel Core i7, NVIDIA GeForce GT 650M with 512MB GDDR5 memory
    8GB 1600MHz DDR3 SDRAM
    500GB Serial ATA Drive @ 5400 rpm
    prezzo: 1450 Eur

    l’uso che ne faccio e’: safari, office, scaricare otrrent e un po’ di photophop e lightroom. NO GIOCHI!

    Cose NON prioritarie per me: peso, spazio di memoria
    Cose prioritarie: che il mac mi duri parecchi anni e che sia veloce nelle operazioni

    Il prezzo tra i primi 2 e’ praticamente uguale, invece il terzo costa circa 200 eur in piu’…

    Cosa mi consigliate? Vale assolutamente la pena spendere 200 eur in piu’???

    Non sono per niente esperto di Ghz e vari ssd o hhd…cmq vedo che il pro 15″ ha meno Ghz rispetto algli altri pero’ ha quad-core invece del dual-core…influisce?

    Grazie per i consigli che mi darete…

    • Stefano Donadio scrive:

      Se l’esigenza principale è che il portatile duri nel tempo, allora prendi quello più aggiornabile, cioè il MacBook Pro al quale puoi aggiungere la RAM e cambiare l’hard disk, eventualmente tra qualche anno puoi aggiungere un SSD al posto del SuperDrive e creare il Fusion Drive.

      Se puoi, fai uno sforzo per il MacBook Pro 15″.

      Per quanto riguarda i processori, quelli quad-core permettono di distribuire i calcoli su 4 core, quindi sono più veloci dei processori dual-core. La minor velocità di clock (GHz) in questo caso è irrilevante.

  15. Simone scrive:

    Grazie per la risposta…vediamo se anche qualcun’altro vuol darci la sua opinione!

    Altra cosa, sul il MACBOOK PRO mi convine configurarlo da subito con 128GB Solid State Drive o lo lascio con il suo classico HD da 500/750GB? Cosa e’ meglio per sfruttare la velecita del SSD? Stavo pensando che forse posso aggiungere dopo un HD classico esterno, no?

    • Stefano Donadio scrive:

      Come fa notare Giuseppe, se al MacBook Pro non-Retina aggiungi in fase d’ordine l’SSD, ti viene a costare quanto il Retina… quindi non conviene. Per le tue esigenze di durabilità nel tempo, prendi il 15″ non Retina. La RAM l’aggiungi in un secondo momento e magari crei il Fusion Drive, l’SSD lo installi dopo e sfrutti l’HDD in dotazione ;-)

  16. Giuseppe scrive:

    fatti il macbook retina con 512gb SSD e 16gb di ram.
    Spendi poco di piu ma ne vale la pena scusa

  17. Giuseppe scrive:

    al cambio viene 2699$=2066€

  18. Simone scrive:

    MBP 13″:
    2.9GHz Dual-core Intel Core i7, Turbo Boost up to 3.6GHz
    8GB 1600MHz DDR3 SDRAM
    128GB Solid State Drive
    1599 usd = 1230 Eur

    MBP 15″:
    2.3GHz Quad-core Intel Core i7, NVIDIA GeForce GT 650M with 512MB GDDR5 memory
    8GB 1600MHz DDR3 SDRAM – 2x4GB
    128GB Solid State Drive
    2099 usd = 1615 Eur

    MBP retina 13″:
    3.0GHz Dual-core Intel Core i7, Turbo Boost up to 3.7GHz
    8GB of 1600MHz DDR3L onboard memory
    256GB Flash Storage
    1899 usd = 1460 Eur

    MBP retina 15″:
    2.4GHz Quad-core Intel Core i7, Turbo Boost up to 3.4GHz
    16GB 1600MHz DDR3L SDRAM
    256GB Flash Storage
    2399 usd = 1845 usd

    Si in effetti il retina non costa molto di piu’ pero’ l’idea che e’ tutto saldato al suo interno e percio’ non si puo’ aggiungere quasi niente dopo non mi piace…

    Si in effetti forse mi conviene andare di MAC BOOK PRO 15″ e poi aggiungere SSD dopo che ora mi costerebbe 155 Eur e anche perdere 500GB di HDD.
    Anche se il MAC BOOK PRO 13″ costa 300 eur in meno che diventano 385 eur se installo su entrambi i 128GB di SSD…non sono pochi…pero’ forse li vale tutti visto lo schermo piu’ grande e il quad core contro il dual…

    Corretto il mio ragionamento? Poi non vi disturbo piu’…

  19. Giuseppe scrive:

    Se uno ha 1500€ da mettere su un computer ne ha pure 2000.
    E allo stato attuale è davvero ridicolo farsi il mac normale, che ha uno schermo RIDICOLO anche paragonato ad altri laptop (a lavoro ho in hp il cui schermo è 10mila volte meglio in quanto a risoluzione).
    Oramai DEVI andare di retina.
    Io ora mi volevo prendere il nuovo iMac: sono andato a veeerlo e la qualita dello schermo è penosa.

    Prendersi 256gb ssd non conviene.
    Dai retta a me mettici un 512ssd, 16gb ram, caccia sti 2000€ e hai una macchina che ti giuro è qualcosa mai visto (io anche lho presa in USA e ho comprato su B&H photovideo, risparmiando la sales tax).

    Poi scusa spendi 1500€ per risparmiare ma poi ci devi mettere altri soldi dopo, tanto vale farsi la bestia da adesso.

    • Kernel Panic scrive:

      “Se uno ha 1500€ da mettere su un computer ne ha pure 2000″.

      A meno di non avere disponibilità illimitate, il ragionamento è sbagliato. A me serviva un Mac nuovo, non avendo i soldi l’ho preso con il finanziamento e non me la sono sentita di prendere il top di gamma che costava di più perché averi aumentato ulteriormente il numero di rate.

    • Alessandro scrive:

      La qualità dello schermo del nuovo iMac è penosa? Mi samba che stai esagerando, suvvia. Il display dell’iMac è unanimemente considerato di altissima qualità, e con il fatto che vetro e LCD sono integrati, i problema dei riflessi è stato risolto al punto che viene considerato un monitor professionale.

    • Alex scrive:

      “Oramai devi andare di Retina”

      …insomma, con questi prezzi il MacBook Pro Retina è un prodotto destinato ai professionisti foto/video che ci lavorano sopra tutto il giorno. Per le altre tipologie di utenti, tra cui mi sembra di capire che rientra anche Simone, va più che bene il display NON-Retina

  20. Giuseppe scrive:

    riguardo la sales tax devi considerarla: se compri nello store non puoi evitarla. Devi aggiungere 80-100$ dipende in che Stato sei.

    Se hai qualcuno come me che vive in USA, compra su B&H o Amazon e non la paghi (non chiedermi perche)

    Quando te lo riporti, devi buttare la scatola, e trasportarlo modtrando che ce lo avevi gia, senno ti chiedono la fattura e ci paghi l’Iva al rientro

  21. Giuseppe scrive:

    a parte il fatto che io sto cercando di aiutare l’amico fritz qui informandolo anche con altri particolari (tipo la sales tax e il trasporto in italia) e nemmeno un grazie… ok.

    Mettete un HP o un Asus vicino a un macbook (non retina) e guardate le differenze del display.
    E anche il monitor dell’iMac non e’ penoso secondo voi?
    Per una macchina di quel C O S T O mi aspetterei davvero moooolto di meglio.
    Dai obiettivamente riconoscete che sul monitor del macbook e dell’imac NON retina un testo piccolo e’ illeggibile.
    Cosi come lo era sull ipad 1 e 2. Dico bugie?
    Sul mio HP del lavoro i testi minuscoli si leggono anche a distanza!!!!
    Su qualsiasi e dico qualsiasi altro laptop (a meno di marche scrause come Lenovo ad es.) la differenza si nota (IO IL PARAGONE LO HO FATTO FORSE VOI NO).

    Inoltre io penso sia ridicolo prendersi un mac a rate e prima ancora di iniziare a pagarlo stare già a pensare che gli dovrai cambiare hard disk o fare questo o quello.

    Io penso che Apple non sia affatto il paradiso dei consumatori.
    Oggi come oggi con 1500euro ci prendi una macchina di gran lunga superiore a quella base citata, ed e’ la realta’, qualsiasi cosa vogliate dire a difesa di Apple.

    E ve lo dice uno che ha iphone5 ipad3 e macbook retina, non sono certo contro Apple.
    Ma io i prodotti li compro quando ho i soldi e punto alla qualità: per me 1500€ sono una cifrona che ora come ora sono buttati su una macchina non retina, perche’ il retina fra poco la farà da padrone su tutti gli idevice.

    È la mia opinione poi “fate un po’ come ve pare”.

  22. Simone scrive:

    grazie per i suggerimenti… anche per i siti!
    Insomma 500 eur non sono pochi…il 30%, vorrei trovare la soluzione migliore ma spendendo il giusto!
    Ora mi sono fissato un po’ con sto quad-core anche se probabilmente per quello che ci faccio io probabilmente prende solo polvere, eheheh… comunque grazie per i vostri suggerimenti!

  23. Giuseppe scrive:

    Simo secondo me lascia stare il 15 ma fatti il 13 retina con 512gb hd.

    13-inch with Retina display
    2.6GHz dual-core Intel Core i5
    Turbo Boost up to 3.2GHz
    8GB 1600MHz memory
    512GB SSD
    l’unico neo e’ la scheda video Intel HD Graphics 4000

    ma se usi photophop e lightroom in maniera non professionale dovrebbe andare bene

    costo 2000usd = 1500eur

  24. Lele scrive:

    Calcola che con il top dei Mac Book Pro in circolazione in mio possesso, ogni volta che devo vedere un filmato lo riavvio con Windows 7… altrimenti con il “grande” Mac Os Lion si impalla… La macchina è ottima (i componenti sono uguali ai PC in circolazione ma costano il triplo) ma il software pensa solo alle nebbioline, ai giochetti grafici… uso 3 dita per spostare, 4 per scansare le scrivanie… “guarda con 5 posso anche chiudere e riaprire… che belloooooooo…” ma è pesantissimo ed inutilissimo… Con 1.000 euro prendi il Sony con touch screen che va da paura. Ci metti sopra altri 500 euro e ci fai aggiungere 8 gb di RAM, lettore Blu Ray e processore I7… Pensaci bene e non lasciarti influenzare dal brand… a meno che, come me, non hai clienti che quando vedono mac credono che sei più professionale….

  25. Simone scrive:

    Ciao,

    grazie per i preziosi consigli!
    Uso MAC da 10 anni percio’ mi trovo bene e pazienza se spendo un po’ di piu’ a parita’ di macchina…ho un bruttissimo ricordo dei PC…virus, programmi che si bloccano…e dopo 1 o 2 anni bisogno di formattazione…sono sicuro che in 10 anni saranno migliorati e adesso saranno al livello dei MAC probabilmente sui punti deboli da me evidenziati…ma di cambiare non ci voglio neanche pensare…

Aggiungi un commento