Il prezzo degli SSD in rapido calo?

26 aprile 2012 ore 09:53 | di | 3 commenti

SSD

Le unità a stato solido (SSD) sono un componente fondamentale in molti dispositivi mobili, e il loro prezzo potrebbe scendere rapidamente nei prossimi mesi a causa della concorrenza agguerrita tra i principali produttori.

Il calo dei prezzi farebbe parte di una strategia per estromettere dal mercato i produttori più piccoli di SSD, ritenuti la causa del ritardo dello sviluppo di questa tecnologia. Il taglio dei prezzi, quindi, dovrebbe abbassarsi al punto in cui solo i produttori più grandi sarebbero in grado di sopravvivere, a tutto beneficio dei consumatori.

Secondo il quotidiano DigiTimes di Taiwan, Kingston, Intel, OCZ e Crucial abbasseranno drasticamente i prezzi degli SSD a breve. Finora, nessuno dei produttori ha commentato la notizia.

Inoltre, il calo dei prezzi potrebbe aiutare i produttori di hard disk ad abbandonare lo standard SATA2 e adottare il nuovo SATA3, che consente di realizzare drive più compatti e veloci portando le attuali memorie Flash da 32GB e 64GB a 128GB e 256GB, rispettivamente.

Approfondimenti: , ,

Argomento: Rumor

Commenti (3)

RSS commenti

  1. Ruppolo scrive:

    I consumatori sarebbero beneficiati da una minore concorrenza? Apperò!

    Se esiste una forma di concorrenza dannosa, questa è proprio quella che mira a far morire i concorrenti!

    • Stefano Donadio scrive:

      In realtà mi riferivo al taglio dei prezzi, anche se credo che Kingston, Intel, OCZ e Crucial, ammesso che rimarrano solo loro a produrre SSD, sono più che sufficienti per garantire una concorrenza vantagiosa per i consumatori.

Aggiungi un commento