HP licenzia il personale del gruppo webOS

29 febbraio 2012 ore 15:33 | di | 0 commenti

WebOS

Hewlett-Packard ha tagliato 275 posti di lavoro del suo gruppo webOS, nell’ambito dell’annunciata strategia di trasformare il sistema operativo in una risorsa per la comunità open source.

L’anno scorso, HP ha fatto sapere che avrebbe smesso di produrre dispositivi che utilizzano il sistema operativo sviluppato da Palm per i telefoni e tablet, e in seguito ha deciso di rilasciare il software sotto la licenza Apache 2.0. HP aveva acquistato Palm nel 2010.

Con webOS che diventa un software open-source, HP non ha più bisogno di molti degli ingegneri che si occupavano dello sviluppo del sistema operativo di Palm. Il personale in eccedenza verrà ridistribuito nell’ambito dell’azienda.

A gennaio, HP ha comunicato che prevede di ultimare la transizione di webOS verso la comunità open source entro settembre, mentre i singoli elementi del codice sorgente, dalle applicazioni di base come Mail e Calendario al kernel Linux, saranno disponibili entro la prima metà dell’anno.

HP ha anche fatto sapere che il nuovo Open webOS include diversi progetti: Enyo, un framework JavaScript, WebKit/Isis, il kernel Linux standard, e il sistema webOS Manager. Ogni progetto ha un comitato di gestione del progetto (PMC), composto da “committer” eletti all’interno della comunità del progetto per fornire una supervisione per il progetto.

Il PMC utilizzerà un sistema di meritocrazia come criterio guida per aggiungere altri collaboratori al progetto.

HP ha rilasciato Enyo alla comunità open source in gennaio, altri componenti del sistema operativo sono stati resi disponibili a febbraio.

Approfondimenti: , , ,

Argomento: iOS

Aggiungi un commento